Modello EAS vs Circolare 11/E 2020

È del 6 maggio 2020 la pubblicazione della circolare 11/E dell’Agenzia delle Entrate in risposta a molti quesiti sui decreti Cura Italia (D.L. 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modifiche dalla Legge 24 aprile 2020, n. 27) e Liquidità (D.L. 8 aprile 2020, n. 23).

È del 6 maggio 2020, in risposta a molti quesiti sui decreti Cura Italia (D.L. 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modifiche dalla Legge 24 aprile 2020, n. 27) e Liquidità (D.L. 8 aprile 2020, n. 23), la pubblicazione della circolare 11/E da parte dell’Agenzia delle Entrate.

CIRCOLARE 11/E

Il documento, spaziando su un’ampia selezione di argomenti, fornisce chiarimenti in merito alle sospensioni a carattere generale veicolate dai Decreti. L’elaborato in sé fornisce però ben poche novità degne di menzione.

In questo breve flash ci soffermeremo sui chiarimenti forniti in merito alla sospensione di uno degli adempimenti previsti dall’articolo 62 del D.L. 18/2020 e che riguarda da vicino il nostro mondo, ovvero il Modello EAS. Si veda per maggior completezza il nostro precedente elaborato.

COSA PREVEDE LA NORMA?

L’articolo 62, contenuto nel Cura Italia, prevede una generalizzata sospensione degli  adempimenti tributari diversi dai versamenti e dall’effettuazione delle ritenute con scadenza dall’8 marzo 2020 e al 31 maggio 2020. Tali adempimenti potranno essere eseguiti, senza sanzioni né interessi, entro il 30 giugno 2020.

QUALI CHIARIMENTI PER IL MODELLO EAS

Peculiarità del mondo sportivo dilettantistico è il Modello EAS.

All’interno della circolare, senza particolari spunti innovativi, viene confermato che il Modello EAS è compreso tra la platea degli adempimenti sospesi dall’art. 62.

La Circolare, oltre a ricordare che una tempestiva trasmissione del modello – 60 giorni dalla data di costituzione dell’ente – risulta indispensabile per una corretta applicazione del 148 comma 3 del TUIR – c.d. decommercializzazione dei corrispettivi specifici –  esplicita come tale obbligo debba essere rinnovato, in caso di variazione dei dati precedentemente trasmessi, entro il 31 marzo dell’anno successivo.

CONCLUSIONI

Pertanto, ai sensi del comma 6 dell’articolo in commento, il Modello EAS viene ricondotto tra gli adempimenti sospesi e che potranno essere portati a termine entro il 30 giugno 2020 in assenza di sanzioni ed interessi.

|di Michele Meucci, Dottore Commercialista Esperto in A.S.D.|

Add Comment

Hai bisogno di aiuto?